Volley, Superlega: i pareri sui protocolli Covid

volley
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Non solo il calcio al centro della lotta al Covid-19. Anche il mondo del Volley italiano si interroga sui protocolli per affrontare la pandemia ed andare avanti con l’attività sportiva. Tanti sono i pareri espressi sulla situazione specifica. Stefano Recine, ds della Sir Safety:” Le ipotesi sullo sport ad alto livello non mi convincono, noi siamo stati tutti positivi e non ci siamo negativizzati in quattordici giorni. I protocolli vanno cambiati”.

Candido Grande, ds di Cisterna:” Noi siamo per una pausa della Superlega, con i continui rinvii il calendario rischia di ingolfarsi. Abbiamo difficoltà ad allenarci con i continui esiti dei tamponi che attendiamo”.

Fabio Giulianelli, presidente della Lube:” Noi vorremmo proseguire con il campionato, questa è una stagione atipica e non si possono fare programmi a lungo termine. Abbiamo la responsabilità di andare avanti nonostante tutto, Temo che se ci dovessimo fermare non ripartiremmo più nemmeno dopo natale.”