Tennis, si riparte con l’Ultimate Showdown

Tennis Mouratoglou
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il tennis come non l’avete mai visto. L’idea di Patrick Mouratoglou, coach di Serena Williams, punta ad un ritorno in grande stile di uno degli sport più amati a livello mondiale. E lo fa attraverso un innovativo format su cui si baserà la prima delle cinque tappe dell’Ultimate Tennis Showdown con inizio sabato 13 giugno sui campi della Costa Azzurra.

Un torneo rivoluzionario con quattro gironi e partite divise in quattro set da dieci minuti ciascuno, in puro stile Nba. Il punteggio si basa sul tie-break con due servizi a testa e via fino allo scadere. Si assicura la vittoria chi ha totalizzato più punti allo scoccare del cronometro. In caso di pareggio, deciderà tutto il punto decisivo. E l’elenco di atleti che vi parteciperanno si  rivela composto da nomi illustri. Calcheranno la terra rossa, infatti, quattro top-player come Dominic Thiem, Matteo Berrettini, Stefano Tsitsipas e Gael Monfils.

Ma la rivoluzione vede anche nuove regole destinate ad attrarre i più giovani verso uno sport che solitamente conta appassionati di età matura. Ogni giocatore, infatti, ha a disposizione quattro bonus che possono essere giocati a sorpresa per guadagnare venti secondi ad esempio o privare l’avversario della prima battuta. I coach saranno in campo mentre durante i match verrà diffusa musica. Meno stringenti le regole di comportamento con la possibilità di discutere con il giudice di sedia.