Tennis: la Federazione croata respinge le accuse sul caso Adria Tour

Dimitrov_official
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

La Federtennis croata si difende. In seguito alle accuse piovutegli addosso nei giorni scorsi, gli organizzatori del torneo di Zara affermano di aver rispettato tutte le linee guida dettate dal governo. Ma la polemica non si placa.
E’ stato confermato che non non sono stati eseguiti test perché il governo croato non ritiene obbligatorio sottoporre al tampone chi arriva in Paese.
L’organizzazione prova anche a discolparsi accusando, di fatto, uno dei giocatori (il riferimento è a Dimitrov), il quale nonostante avesse accusato i sintomi del Covid non ha avvertito la direzione che avrebbe saputo della sua positività solo in un secondo momento.

Un evento promosso da Novak Djokovic, svoltosi con troppa superficialità e che ha finito per mandare su tutte le furie i vertici del tennis. Lo stesso tennista serbo- insieme con la moglie – ricordiamo è stato trovato positivo al Covid-19.