Tennis, Atp di Sofia: è il giorno del trionfo di Sinner, battuto Pospisil al tie break del terzo set

Sinner
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Sono arrivati anche i complimenti del ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora per Jannik Sinner che ha compiuto un’autentica impresa, diventando il tennista italiano più giovane di sempre a vincere un titolo Atp.
Il tennista altoatesino, oggi, ha superato nella finale del torneo Masters 250 di Sofia, il canadese Vasek Pospisil con il punteggio di 6-4 3-6 7-6 (3).
Nel primo set, il break decisivo arriva al terzo game con Sinner che, subito dopo, tiene il servizio e va avanti sul 3 a 1. Sino al termine del set i due tennisti manterranno il turno di battuto e l’altoatesino chiuderà 6-4.
Nel secondo set, parte bene Sinner che strappa il servizio all’avversario ma, subito dopo, subisce un passaggio a vuoto. Pospisil ne approfitta, vince due game a zero, per poi nel sesto gioco mettere a segno il break decisivo per portare a casa il set sul 6-3.
Nel terzo e decisivo parziale ci vorrà il tie break per decretare il vincitore. Sinner dimostrerà di avere già tutte le carte in regolare per giocare con i più forti del circuito, aggiudicandosi, 7 a 3, il gioco decisivo.
Sinner, che da lunedì sarà il nuovo 37 del mondo, è diventato il più giovane italiano di sempre a vincere un titolo nel circuito maggiore (battuto il record di Pistolesi che durava da oltre 30 anni).

«Ringrazio il mio team, che mi sta supportando in tutto e per tutto, dentro e fuori dal campo – ha detto Sinner durante la premiazione-. Sono felice, ma la strada è ancora lunga. Sono veramente contento di condividere con voi tutto il lavoro che abbiamo fatto insieme. Mi preme dire grazie, a tutte quelle persone che hanno fatto sì che questo torneo si potesse giocare, e anche al pubblico. Spero di tornare qui pure l’anno prossimo».