Serie A, Torino: il punto sul mercato

toro
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Come lo scorso anno, anche questa sessione estiva ha regalato poche gioie in casa Torino. Il presidente Cairo ha sempre dichiarato di voler rinforzare la rosa e puntare a traguardi importanti, ma alla luce dei fatti sarà molto difficile. In primo luogo per la concorrenza e poi per una rosa che non spicca di certo per forza e qualità.

Mister Giampaolo avrà molto lavoro da fare, specialmente dopo i risultati nelle prime partite ed i tanti goal subiti. Una difesa da registrare e nuovi equilibri da trovare. Il Torino perde un leader come De Silvestri ed, insieme a lui, partono anche Dijdij, Ola Aina e Iago Falque. A parte il terzino italiano, non cessioni importanti. Per le entrate, però, si è badato a portare in granata fedelissimi dell’allenatore: Rodriguez, Linetty, Murru e Bonazzoli. Gli acquisti più interessanti sono l’esterno destro Vojvoda ed il centrocampista offensivo Gojak, prelevato dalla Dinamo Zagabria.

Quest’ultimo, forse, è il vero colpo concluso nell’ultimo giorno di mercato. Potrebbe togliere il posto a Verdi nel ruolo di trequartista, mentre Bonazzoli si candida per una maglia da titolare al fianco di Belotti superando Zaza nelle gerarchie. Detto ciò, al Torino manca un play di centrocampo inseguito per tutto il mercato e mai acquistato. Biglia e Torreira sono rimasti dei sogni e Giampaolo dovrà utilizzare Rincon con caratteristiche totalmente opposte. Nei giorni scorsi il centrocampista ha anche rinnovato il contratto.