Serie A: Roma-Benevento 5-2, «manita» dei capitolini

As Roma
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

La Roma, come da pronostico della vigilia, batte il Benevento e si arrampica a sette punti in classifica così come l’Inter.
Tuttavia, non è stata una partita agevolissima per la formazione di Fonseca, poiché il Benevento per tre quarti di gara è stato sempre sul pezzo.

La squadra di Pippo Inzaghi si era portata in vantaggio dopo 5 minuti con un tiro di Caprari, deviato da Ibanez. Il pari dei padroni di casa arriva poco dopo la mezz’ora con Pedro che riceve palla da Pellegrini e di sinistro supera Montipò.
Passano appena quattro minuti e Dzeko porta in vantaggio i sui (nell’occasione assisti di Mkhitaryan). Al 45′ il var annulla il tris della Roma con Mkhitaryan.

Nella ripresa al 10′ il Benevento pareggia con Lapadula che prima si fa parare il rigore da Mirante ma poi sulla ribattuta insacca per il momentaneo 2 a 2.
Al 22′ dagli undici metri ci va la Roma (fallo di Montipò su Pedro) con Veretout che non fallisce per il nuovo vantaggio della Roma.
Dieci minuti più tardi Dzeko la chiude, a conclusione di un contropiede avviato da Villar. Il pokerissimo per il capitolini porta la firma di Carles Perez. Gol straordinario al termine di un’azione personale.