Serie A, partite in chiaro: il pressing di Spadafora su Sky

Spadafora ministro Sport
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

La parte finale del campionato di serie A potrebbe essere trasmesso in chiaro sulle tv nazionali. E’ quanto verrà deciso nel pomeriggio durante un vertice tra il ministro dello Sport Vincenzo Spadafora e l’amministratore delegato di Sky Maximo Ibarra. Bisognerà decidere se consentire la diffusione delle partite sui canali nazionali, così come avverrà in altri Paesi per rimediare alle porte chiuse.

Un’alternativa richiesta a gran voce già lo scorso marzo, durante gli ultimi incontri disputati prima dello stop per l’emergenza coronavirus. Ma bisogna mettere d’accordo vari competitor che si affrontano nel delicato tema dei diritti televisivi. L’ipotesi di trasmettere in chiaro la “diretta go” sembra difficile da attuare visti gli orari e i giorni diversi in cui si disputeranno i match. Più probabile, invece, la messa in onda di alcuni incontri, bypassando quindi la legge Melandri.

Spadafora avvierà trattative anche con Rai e Mediaset per portare a casa il risultato e consentire a migliaia di tifosi di godere dello spettacolo del calcio senza il bisogno di un abbonamento.  Rai e Mediaset  non sarebbero d’accordo se la partita andasse ad esempio su TV8, il canale free di Sky, per di ridurre l’esclusiva degli highlights, in modo da trasmetterli prima possibile dopo la fine delle gare stesse durante le trasmissioni tematiche.

Maglie che hanno segnato un’era.Chi vi viene in mente guardandole? 🤔#SerieATIM #WeAreCalcio

Posted by Lega Serie A on Friday, June 5, 2020