Serie A, dal governo un nuovo spiraglio per la ripresa: “Verso soluzione gradita ai tifosi”

Serie A atalanta
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

L’ottimismo della sottosegretaria alla Salute Sandra Zampa. In studio una sorta di “clausura” per calciatori e staff tecnico. Tra 15 giorni il nuovo punto sull’andamento dell’epidemia potrebbe aprire la strada al campionato.

“Si va verso una soluzione gradita ai tifosi”. E’ lo slancio ottimista della sottosegretaria alla Salute Sandra Zampa sulla possibile ripartenza in tempi brevi del campionato di serie A. Ieri il vertice Figc-Cts non ha fornito le certezze sperate, ma la direzione intrapresa sembra quella che porterà a vedere presto i club di massima serie nuovamente in campo.

In fase di studio una sorta di “clausura” a cui sottoporre giocatori e staff tecnico di ogni squadra. Una soluzione per evitare rischi e permettere di svolgere più serenamente l’attività sportiva. Finora sono consentiti soltanto gli allenamenti individuali. Maggiori indicazioni si avranno tra due settimane. Gli esperti attendono l’impatto sull’epidemia che avrà la parziale riapertura scattata il 4 maggio con l’ormai famosa fase 2.

Se i dati saranno confortanti si potrà pensare concretamente una ripresa del campionato di seria A.  “Cosi si può immaginare – ha detto Zampa a Radio Punto Nuovo – di tornare a giocare, è un punto di mediazione che si sta facendo per la tutela dei giocatori e delle squadre con tutte le persone coinvolte. Questo è il modello italiano che garantisce la salute di tutti i componenti: entrano sani e devono restare sani”.