Serie A, caos tamponi: la procura Figc valuta le irregolarità della Lazio

BRUGGE, BELGIUM - OCTOBER 28: Joaquin Correa of SS Lazio celebrates a opening goal with his team mates during the UEFA Champions League Group F stage match between Club Brugge KV and SS Lazio at Jan Breydel Stadium on October 28, 2020 in Brugge, Belgium. (Photo by Giampiero Sposito/Getty Images)
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il goal di Caicedo al 95′ ha regalato un pareggio importantissimo alla Lazio sulla Juventus. Sul campo, nonostante l’emergenza, la squadra di Inzaghi continua a metterci il cuore contro ogni avversario sia in Serie A che in Europa League. Purtroppo, però, il caos legato ai tamponi potrebbe portare strascichi importanti.

La procura della Figc contesta reati molto gravi alla società biancoceleste. Dall’isolamento violato sino all’Asl ignorata, i Pm sono già a lavoro per fare luce su tutta la vicenda. Per irregolarità di questa portata molteplici potrebbero essere le decisioni che vanno dalle semplici ammende sino alla retrocessione. Il club, da parte sua, ha fatto un passo indietro dopo l’iniziale muro contro muro.

La situazione è grave ed il presidente Lotito conosce i rischi di un atteggiamento e modo di agire di questa portata. Nel frattempo anche la procura di Avellino ha iniziato ad indagare. Sono stati condotti dei blitz con perquisizioni sia nel laboratori di analisi irpino sia nel centro sportivo di Formello.