Rugby: pronto il nuovo protocollo per tornare in campo in sicurezza

nazionale italiana rugby in allenamento
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il mondo del rugby italiano era in attesa di sapere quale sarebbe stato il proprio immediato futuro e la risposta è arrivata. La FIR (Federazione Italiana Rugby) ha finalmente stabilito all’interno di un rigido protocollo le regole da seguire per un ritorno agli allenamenti in completa sicurezza. Il dossier è rivolto a tutti i club affiliati che partecipano ai campionati nazionali per consentire una graduale ripresa alle attività.

I punti salienti sono essenzialmente tre e riguardano sia l’aspetto prettamente legato alle sedute di allenamento sia i comportamenti da tenere da parte del personale presente nei centri sportivi:

  1. l’utilizzo del pallone sarà permesso solo individualmente nella prima fase di ripresa dell’attività sportiva. Non sarà consentito dunque passare l’oggetto e svolgere esercizi che prevedono l’utilizzo di sacchi da placcaggio, scudi, macchine da mischia.
  2. il documento sarà oggetto di costante revisione da parte delle autorità competenti, in base all’evolversi della situazione sanitaria nazionale.
  3. Misure da adottare da parte delle Società, indicazioni al personale cui è permesso l’accesso agli impianti sportivi, norme di comportamento e pratiche d’igiene da parte di atleti e componenti dello staff dovranno essere in linea con le indicazioni su come svolgere gli allenamenti e quale attrezzatura sportiva è possibile utilizzare.