Rally, Sordo conquista la Sardegna mentre si piangono due vittime

Rally
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Dopo un week-end di netto dominio, dal primo all’ultimo istante, Daniel Sordo si è aggiudicato ieri il Rally Italia Sardegna 2020. Il pilota spagnolo è rimasto in testa fin dalla prima giornata, resistendo anche con fatica agli attacchi di Thierry Neuville e Sébastien Ogier. Sordo, a bordo della sua Hyundai,in coppia con Carlos Del Barrio, ha ottenuto un vantaggio di 34” sul secondo degli inseguitori, rischiando così di essere rimontato.

Ma alla fine per lui è arrivata la terza vittoria assoluta nel Mondiale, la seconda consecutiva dopo il Rally Italia Sardegna 2019. Ma in classifica, comanda ancora Evans con 111 punti, segue Ogier con 97, terzo Neuville a 87 poi Tänak a 83 e Rovanperä a 70.

Ma il mondo del rally è rimasto scosso per le due morti che si sono verificati a distanza di qualche ora nel corso delle competizioni ufficiali. La prima tragedia è accaduta il 10 ottobre durante il Rally Vidreiro, quinta prova del campionato portoghese e secondo appuntamento valido per la Peugeot Rally Cup Iberica 2020. Durante la prima speciale in programma è morta la 21enne spagnola Laura Salvo, co-pilota di Miquel Socias. Ieri è invece deceduto il navigatore Salvatore Coniglio durante la speciale di Caltabellotta del Rally Valle del Sosio.