Pallanuoto, stop definitivo ai campionati: niente scudetto, promozioni e retrocessioni

pallanuoto
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

La stagione 2019-2020 di pallanuoto va in archivio. Secondo il Consiglio Federale non ci sono più le condizioni per riprendere. Barelli: “Decisione sofferta e inevitabile”

Alla fine il coronavirus ha sconfitto anche la pallanuoto. Il Consiglio Federale ha infatti deciso di sospendere i campionati delle divisioni A1, A2 e B maschili e femminili. Nessun scudetto verrà assegnato e non ci saranno neanche promozioni e retrocessioni. Tutto resta congelato per riprendere più avanti con la nuova stagione.

Resta ancora incerta la decisione  della Fin sui tornei giovanili. Una decisione verrà presa nei giorni seguenti. In valutazione la possibilità di  far slittare le fasi finali da svolgere anche con modalità alternative nel periodo estivo, così come sarà anche per le attività giovanili degli altri settori.

Per il presidente Fin Paolo Barelli si è trattato di una decisione sofferta, ma inevitabile. ” “Al momento non è possibile avere certezza dei tempi di pieno utilizzo degli impianti natatori – ha detto Barelli – Sono molto dispiaciuto per questo stop inevitabile; mi auguro e spero che il prossimo campionato possa rappresentare il ritorno alla normalità e così onorare l’impegno degli atleti, dei tecnici e dei dirigenti di società che hanno dovuto vivere questo momento tragico della nostra storia, non solo sportiva”.