Nazionale, Mancini: “Spero ancora che Balo possa cambiare. Juve e Inter hanno bisogno di tempo”

Mancini durante una gara
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Roberto Mancini, commissario tecnico della Nazionale italiana, ha rilasciato un’intervista a Dribbling, toccando vari argomenti. Uno su tutti il caso che sta coinvolgendo Balotelli e il Brescia, poi ha virato sulla ripresa della stagione in Serie A e il difficile momento iniziale di Inter e Juventus.

“Balotelli scommessa persa? Non lo so. Io voglio molto bene a Mario, da quando era ragazzino e faceva cose straordinarie. Gli ho detto mille volte che sta sprecando un talento enorme”. Ha detto il Mancio, sempre soppesando molto le parole. “Lui ha un fisico pazzesco, velocità, tecnica, e a 30 anni è nel pieno della sua carriera. Io spero che un giorno si svegli e cambi, così, tutto in un colpo… È difficile, ma spero capisca” conclude.

Poi prosegue, parlando dell’attuale momento di Juventus e Inter: “Credo che adesso sia tutto un po’ eccessivo. Le squadre hanno ripreso da poco dopo una sosta di tre mesi difficilissima, con i giocatori che si sono allenati anche poco. Era normale che non fosse semplice, anche per la Juventus che è la squadra più forte o l’Inter, quindi hanno bisogno di un po’ di tempo. Credo che ci vogliano 4-5 partite affinché i giocatori riprendano la condizione, poi io spero anche che in un paio di settimane qualche tifoso possa tornare allo stadio, anche perché giocare con i tifosi è un’altra cosa”

Infine non poteva mancare un pensiero ad Alex Zanardi: “Io sono sicuro che anche questa volta Alex Zanardi ce la farà. Io prego per lui. Dopo quello che gli era accaduto la prima volta, questo nuovo incidente è davvero un colpo di sfortuna. Ma lui è davvero forte, e l’ha dimostrato negli anni con imprese che hanno unito tutti gli italiani”.