Nations League: le parole di Mancini e Chiellini verso Italia-Olanda

Mancini
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Una conferenza stampa sposta di due ore, un allenamento svolto con particolare attenzione al distanziamento con l’ombra del Covid in sottofondo. Ma, alla fine, la buona notizia è arrivata, poiché il secondo tampone di El Shaarawy è risultato negativo (il primo aveva una “bassa” carica virale) e, quindi, pericolo scampato per gli azzurri nel giorno della positività di Cristiano Ronaldo.

In conferenza stampa con il Ct Roberto Mancini, nella vigilia del match di Nation League contro l’Olanda, c’era anche il difensore della Juventus, Giorgio Chiellini che si scherza su Ronaldo e si sofferma sul problema del momento.
“Lui sta bene, stava prendendo il sole. Dobbiamo prepararci, l’escalation delle ultime settimane non ci lascia sorpresi, ma non ci può fermare per motivi economici e per ragioni sociali: le prossime settimane ci saranno sempre più chiusure e limitazioni. Bisogna andare avanti. Ma siamo consapevoli che saranno settimane difficili. La bolla come la Nba è difficile per le strutture del calcio, una semibolla è quella che stiamo già rispettando. La vera vittoria è finire il campionato”.

Così, invece, il Ct Roberto Mancini.
“Non abbiamo vissuto una giornata pazzesca. Solo spostato l’allenamento. Spiace, dopo un lungo ritiro, per fortuna si è trattato di un falso positivo. Ci fa piacere essere qui a Bergamo dopo quanto successo, l’Atalanta sta già andando bene e fa divertire, ma esserci è bello. I calciatori fanno una vita sana, ma hanno bambini piccoli, può succedere”
Poi l’argomento si sposta sul match di domani.
“Ne cambierò quattro o cinque rispetto alla Polonia perché non posso caricare di troppe gare i giocatori, pensando alla lunga stagione che li aspetta”.