Napoli, focus sulla prima parte di stagione

Napoli
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Riscatto. Questa la parola d’ordine che risuona in casa Napoli fin dal principio di questa stagione. I partenopei si sono presentati ai nastri di partenza del campionato di Serie A 2020-2021 con l’obiettivo di tornare protagonisti nella lotta allo scudetto dopo il deludente settimo posto del passato torneo. Un’amarezza in parte mitigata dal trionfo in Coppa Italia che ha aperto le porte dell’Europa League.

Con Milik al centro di una telenovela di mercato e messo praticamente fuori rosa, Gattuso ha puntato tutto sul promettente Osimhen arrivato in estate al prezzo di addirittura 70 milioni di euro. Confermatissimi i soliti Insigne, Lozano e Mertens.

La partenza nella nuova serie A è forte. Il 2-0 sul Parma fa iniziare gli azzurri con il piede giusto, poi arriva addirittura il 6-0 sul Genoa a far intravedere un deciso cambio di rotta per questa stagione. Ma l’incidente di percorso è dietro l’angolo, alla terza giornata arriva infatti la pesante sconfitta a tavolino con la rivale Juventus. Un verdetto disposto dal giudice sportivo dopo la mancata presentazione del Napoli alla trasferta di Torino per le note vicende legate al coronavirus. Per i campani anche un punto di penalizzazione. Ma il clamoroso 4-1 sull’Atalanta spazza via tutte le nubi e rilancia gli uomini di Gattuso che però cadono a sorpresa in casa con il Sassuolo e tornano con i piedi per terra. Un andamento altalenante simile a quello delle altre big (eccetto il Milan) protagoniste di una stagione che deve ancora decollare.

In Europa League il Napoli si muove con un passo più incerto. Brucia ancora la sconfitta casalinga con il modesto AZ Alkmar, ma nei successivi due turni Politano e soci si riscattano superando in trasferta Real Sociedad e Rijeka, tornando prepotentemente in corsa per superare il turno.