Il calcio italiano piange Pierino Prati: l’attaccante di Milan e Roma ci lascia a 73 anni

EbJBdc5WkAAVUex
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

A pochi giorni di distanza da Mario Corso, il calcio italiano perde un altro simbolo degli anni ’60 e ’70. Ci lascia, all’età di 73 anni, Pierino Prati ex grande attaccante di Milan, Roma e Fiorentina. Campione d’Europa con la nazionale nel 1968 e primo italiano a realizzare una tripletta in finale di Coppa Campioni (1969).

Nato a Cinisello Balsamo nel 1946, Prati cresce nelle giovanili rossonere fino ad arrivare in prima squadra. Pupillo di Nereo Rocco, esplode nel 1967-1968 con 22 goal in 38 partite trascinando il Milan alla vittoria di scudetto e Coppa delle Coppe. Vince l’Europeo con la nazionale e, nella stagione successiva, trascina i rossoneri alla vittoria in Coppa Campioni segnando 6 goal in 7 partite ed una tripletta decisiva in finale contro l’Ajax.

Un cammino importante ed un secondo posto anche al mondiale del 1970, rendono Prati uno degli attaccanti migliori della sua generazione. Dopo 209 presenze e 102 goal, si trasferisce alla Roma per quattro stagioni. Metterà a segno 41 goal ma non conquisterà trofei. Da lì il declino con l’esperienza alla Fiorentina e poi la serie C2. Da allenatore non riuscirà ad affermarsi ad alti livelli e continuò a seguire il Milan come commentatore.