Giochi e sale scommesse, 15 giugno data utile per la riapertura. Ma la palla passa alle Regioni

Stanleybet-Shop-rendering
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il nuovo Dpcm del premier Giuseppe Conte, ha dato l’ok , sulla riapertura delle sale scommesse, sale bingo e sale slot/vlt.  Il nuovo decreto sancirà di fatto la ripresa del calcio italiano e collegato ad esso ci sono naturalmente le attività che ruotano attorno al settore giochi e scommesse.

Conte ha infatti dato le prime indicazioni sul nuovo DPCM che ha appena firmata, sottolineando che riprendono le attività di sale giochi, sale scommesse e bingo, a condizione che le regioni e le province autonome abbiano preventivamente accertato la compatibilità dello svolgimento delle suddette attività con l’andamento della situazione epidemiologica”

L’intenzione dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli è quella di prevedere dei protocolli generali per ogni singolo gioco basate sul nuovo Dpcm. In particolare, secondo quanto emerso dall’incontro tra Adm e i concessionari,  si sta lavorando a  una serie di passaggi burocratici che porteranno però ad una riapertura non prima di lunedì 15 giugno. Tuttavia, non si esclude  un lieve slittamento. Sulla questione saranno poi le singole Regioni a pronunciarsi, alcune hanno già dato il via libera alla riapertura.

Finora erano in ballo tre scenari possibili: apertura il 12 giugno per tutte le sale; apertura il 12 giugno per le sale scommesse ed il 15 giugno per le sale bingo e le sale slot/vlt; apertura il 15 giugno per tutte le sale.