Figc, Gravina: “Stadi aperti non solo in A, Italia-Olanda a Bergamo

gravina
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

La presenza del pubblico negli stadi è un elemento su cui la Figc vuole basare la ripartenza del calcio italiano dopo l’emergenza coronavirus. L’impressione è che si andrà oltre gli attuali mille spettatori consentiti sugli spalti per una graduale riapertura che non riguarderà solo la serie A.È quanto si evince dalle parole del presidente Figc Gabriele Gravina intervenuto a Sky Sport. “Non aspettiamo il 7 ottobre, gli stadi vanno riaperti in maniera graduale e non solo in Serie A. Il calcio è unico: non c’è distinzione tra professionisti e dilettanti”.Gravina ha poi parlato del ritorno della Nazionale a Bergamo, città tra le più colpite dall’emergenza Covid. Doveroso, auspichiamo ci sia una presenza significativa di pubblico: sarebbe una svolta per il calcio internazionale”. Una notizia accolta con entusiasmo anche dall’Atalanta che sui proprio sito ufficiale scritto: “È un grande motivo di orgoglio e soddisfazione poter avere a Bergamo gli Azzurri per la terza volta nella storia della città”.