Europa League, Milan – Lille: la conferenza stampa di Pioli

stefano-pioli-milan-europa-league-conferenza
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Vigilia europea per il Milan che domani affronterà il Lille. Una sfida difficile per i rossoneri che vogliono conquistare i tre punti e fare un ulteriore passo verso la qualificazione ai sedicesimi. In conferenza stampa, Stefano Pioli ha presentato il match.

In Europa sin qui si è vista una rotazione di circa cinque giocatori a partita: anche domani contro il Lille potremmo vedere la stessa cosa?

“Credo che ci saranno ancora rotazioni, abbiamo bisogno di energie e freschezza dal punto di vista mentale e fisico. Non sarà ancora decisiva per il passaggio del turno ma sarà importante per mettere in campo la nostra migliore prestazione possibile”.

In cosa c’è da migliorare in questo Milan? 

“Dal punto di vista tecnico e nelle scelte nella trequarti offensiva possiamo essere ancor più precisi. Stiamo attaccando bene la profondità ma poi dobbiamo fare la scelta giusta e queste sono situazioni che possiamo leggere meglio”.

Si parla tanto della giovane età del Milan: si può dire che però questa squadra vince in maniera matura le partite?

“Fa parte del nostro modo di pensare, di interpretare le partite. La squadra è giovane, la realtà è questa e inizio a vederla matura nel modo di stare in campo. Questo è importante”.

Ha voglia di due vittorie di fila tra coppa e campionato per arrivare alla sosta con il sorriso?

“Sapevamo che sarebbe stato un periodo con tanti impegni, con partite difficili. Siamo riusciti fino a oggi a fare buone prestazioni e ottenere buoni risultati. Questo periodo non è ancora finito, incontriamo una squadra molto forte e siamo concentrati sulla partita di domani”.

Contano gli obiettivi di squadra ma per lei dal punto di vista personale questo momento così bello cosa significa?

“Significa che stiamo lavorando bene, che stiamo mettendo tanta serenità in quello che facciamo e che abbiamo iniziato un percorso ma siamo solo all’inizio. Dovremo lavorare nel modo giusto e dovremo avere il coraggio di crescere”.

Dopo due mesi di lavoro pensava di esseere in cima alle classifiche sia in coppa che in campionato?

“Ho sempre creduto nelle qualità dei miei giocatori e della squadra. Poi giochiamo sempre per vincere ma siamo solo all’inizio. Siamo come quelli che hanno iniziato a scavare un pozzo per cercare l’acqua, ma fino a che non raggiungi la sorgente non ti puoi fermare. Abbiamo l’obiettivo di cercare la sorgente ma c’è tanto da scavare”.