Europa League: il piano per ripartire

Trofeo EL
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Campionati nazionali e competizioni internazionali sono sospese parecchi settimane e i maggiori vertici degli organi calcistici europei stanno studiando le migliori soluzioni per la ripresa dei tornei stagionali.

La UEFA ha già fatto presente che le coppe continentali rivedranno la luce solo dopo che le leghe nazionali avranno terminato i rispettivi campionati. Questo ovviamente vale sia per la Champions League che per l’Europa League.

Come termine ultimo entro il quale far concludere tutte le gare l’UEFA ha fissato la data del 31 agosto. E il 26 pare essere il giorno maggiormente indicato per la finale di Europa League, che tornerà ad avere luogo intorno al 2 o 3 di agosto per gli incontri validi per gli ottavi di finale da recuperare.

Al momento si ragiona per ipotesi, in attesa di avere più chiarezza sul futuro, ma l’intenzione è quella di optare per una sorta di Final Eight, in cui le otto squadre rimaste in gara si dovranno sfidare in gare secche. I prossimi giorni leveranno molti dubbi, specialmente dopo la riunione del Comitato esecutivo della UEFA, che nel frattempo avrà già ascoltato le 55 federazioni affiliate, i club dell’Eca e l’associazione delle leghe europee.