Coppa Italia, day after Juventus: la maledizione delle finali continua

Dybala in azione contro Koulibaly
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Aveva tutti i favori del pronostico, avrebbe dovuto disintegrare l’avversario, eppure la Juventus esce sconfitta dal verde prato dell’Olimpico dopo una gara volta più al possesso che alla pericolosità offensiva. Sarri mette ancora una volta in evidenza tutte le difficoltà che sta incontrando nell’impartire la sua idea di calcio in una squadra abituata a vincere diversamente come la Vecchia Signora.

Il trio d’attacco è praticamente inesistente: Dybala gira a vuoto, Ronaldo non incide e sembra più pettinare la sfera che giocarla in maniera funzionale e infine Douglas Costa è totalmente fuori dai radar. Il migliore si dimostra Buffon e questo è tutto dire. L’estremo difensore over 40 compie una serie di interventi che permette ai suoi di non soccombere già durante i tempi regolamentari.

Insomma, la maledizione delle finali non ha fine in casa Juventus, che perde la seconda stagionale dopo la sconfitta in Supercoppa contro la Lazio. Il sogno Triplete sfuma anche quest’anno, e ora energie e attenzioni saranno tutte rivolte alla corsa al nono campionato consecutivo e alla gara degli ottavi di ritorno di Champions contro il Lione.