Come impostare lo studio

I-Principali-Tipi-di-Avversari-Scuola-di-Poker-Stanleybet-Poker-Academy
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Si sente spesso dire che studio e costanza sono necessari per vincere al tavolo verde sul lungo periodo. Ma cosa significa “studiare” quando parliamo di Poker? Scopriamolo in questo articolo.

Perchè lo studio è così importante?

Il Poker, sebbene contenga una forte componente randomica, è a tutti gli effetti uno skill game. Se prendi pessime decisioni perderai sul lungo periodo, mentre al contrario se continui a compiere la scelta giusta finirai per vincere.

Siccome le decisioni hanno un peso così importante in questo gioco, la loro qualità è cruciale per avere successo. Trattandosi di decisioni logiche, basate su un numero limitato di fattori, queste si possono migliorare nel tempo grazie allo studio e alla pratica.

In generale puoi aspettarti che se spendi abbastanza tempo fuori dal tavolo a riflettere sul gioco, i tuoi risultati miglioreranno di conseguenza.

Lo studio serve proprio a questo.

Come funziona lo studio post-sessione

Tra i vari modi che hai a disposizione per migliorare il tuo gioco, lo studio post-sessione è senz’altro uno dei più efficaci.

Questo consiste nell’analizzare una sessione appena conclusa, alla ricerca di spunti interessanti e nella speranza di cogliere informazioni utili sui tuoi avversari.

Puoi iniziare rivedendo le mani principali che hai giocato, alla ricerca di potenziali errori o linee alternative che avresti potuto intraprendere. Cerca di essere il meno possibile result-oriented e di snocciolare ogni spot fino ai minimi dettagli. Idealmente, dovresti analizzare le mani principali sia da un punto di vista strettamente logico che matematico.

Chiediti poi come hanno giocato i tuoi avversari, provando a capire cosa li abbia spinti a giocare in un certo modo. Non dimenticarti poi di prendere ogni nota che ritieni possa tornarti utile per le sessioni future.

Cerca informazioni sul web

Al giorno d’oggi è molto semplice trovare contenuti di qualità online. 

Se stai leggendo le pagine della nostra Poker Academy, sei già partito con il piede giusto. Proponiamo articoli e video didattici di alta qualità che possono senza dubbio migliorare il tuo gioco, in modo del tutto gratuito. È proprio questo il tipo di contenuto che dovresti cercare.

Prova a dedicare almeno 30 minuti ogni giorno alla lettura o visione di materiale Poker-related sul web. Si tratta di un metodo di studio meno attivo rispetto all’analisi post-sessione, ma altrettanto efficace quando si tratta di trovare nuovi spunti interessanti per il tuo gioco.

L’importanza del confronto

Infine, molto importante ai fini dello studio, vi è il confronto con altri giocatori.

Il Poker non è infatti un gioco in cui tutto è “bianco o nero” ed alcune interessanti sfumature potrebbero sfuggirti. Potresti infatti essere così preso dalle tue convinzioni da non considerare nemmeno altre alternative.

Parlare e confrontarti con altri giocatori serve proprio a questo: avere un parere più oggettivo su quello che è il tuo modo di giocare e scoprire nuove linee che potrebbero migliorare il tuo gioco.

L’ideale sarebbe ovviamente quello di farsi affiancare da un coach oppure da un giocatore esperto, ma se non ne hai la possibilità anche un semplice amico appassionato di Poker può bastare.

Ciò che importa è l’approccio da tenere verso il confronto: non dare mai per scontato che la tua idea sia la migliore e resta sempre aperto a nuove possibilità. Solo in questo modo il dialogo con un altro giocatore può farti crescere.

Questi sono i principali modi in cui puoi approcciarti allo studio del Poker, ma conoscerli non basta. Tutte queste informazioni sono inutili se non le applichi: sono infatti molti i giocatori che pur sapendo di dovere studiare non lo fanno, dando magari la colpa dei propri insuccessi alla sfortuna. Non commettere anche tu questo errore: con l’impegno non c’è un obbiettivo fuori portata al tavolo verde.