Ciclismo, mondiale di Imola: presentato il programma ufficiale

mondiale
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

E’ iniziato ufficialmente il countdown del prossimo mondiale di ciclismo. All’interno della cornice di Palazzo Varignana a Castel San Pietro Terme, è stato dato il via alla rassegna iridata 2020, organizzata in poco più di tre settimana dall’Emilia-Romagna – con Imola al centro – dopo la rinuncia della Svizzera a causa delle limitazioni anti-Covid 19.

Il programma ufficiale prevede: nella giornata odierna il via con la crono elite donne, per l’Italia al via Vittoria Guazzini e Vittoria Bussi. Venerdì la crono dei prof’, nella quale l’Italia si gioca una carta importante come Filippo Ganna: 32 km molto veloci per entrambi le prove. Sabato la prova in linea donne, con la Van Vleuten nonostante la frattura del polso al Giro rosa: 144 km, 5 giri, capitano dell’Italia è Elisa Longo Borghini. Domenica la prova regina: 260 km, 9 giri del circuito con le salite di Mazzolano e Cima Galisterna e l’Italia guidata da Nibali cercherà di vincere 12 anni dopo l’ultimo trionfo firmato Ballan a Varese.

Grande entusiasmo è stato espresso durante la conferenza stampa. “Il contesto è bellissimo, le strade sono state riasfaltate, sono sicuro che sarà un Mondiale stupendo, un punto di incontro tra chi ha appena finito il Tour e chi sta per cominciare il Giro. La prima maglia iridata è del comitato organizzatore. Penso che tutte le competizioni saranno stupende. E per l’Italia, se 52 anni fa vinse Adorni, perché stavolta non Nibali? Anche se i rivali saranno tantissimi”, ha detto David Lappartient, numero uno Uci. Veronica Squinzi, a.d. di Mapei: “Sono felice e orgogliosa della risposta italiana e dell’Emilia Romagna per organizzare questo evento. Un messaggio forte di ripartenza, in un momento così delicato”.