Champions League, Inter – Borussia Monchengladbach 2-2: Lukaku salva i nerazzurri

vidal
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Romelu Lukaku è l’uomo in più in questa Inter e salva l’esordio in Champions di Antonio Conte. Una gara che, nel secondo tempo, ha cambiato spartito più volte. Dalla possibilità di vincerla i nerazzurri sono passati al rischio serio di perderla. Alla fine termina 2-2 un risultato che non accontenta nessuna delle due squadre per quanto espresso in campo.

Primo tempo: la prima vera occasione della gara arriva al 21′ con Eriksen che, da buona posizione, calcia fuori di prima intenzione. La gara non si accende ed al 41′ arriva un altro pericolo in area tedesca ma Lukaku non trova la via della rete.

Secondo tempo: si riparte con un altro piglio ed al 49′ il solito Lukaku si fa trovare al posto giusto al momento giusto ed insacca. Il Borussia Monchengldbach, fino a quel momento non pericoloso, si accende ed al 61′ si guadagna un rigore. Intervento ingenuo di Vidal che atterra Thuram, il Var richiama l’arbitro che concede il penalty: Bensebaini è glaciale e batte Handanovic. La gara si accende e si incattivisce con diversi cartellini gialli. All’82’ occasione colossale per l’Inter con la girata di prima di Lautaro ed il pallone che termina sul palo. Dal goal sbagliato al goal subito: all’85’ la difesa dell’Inter è messa male e viene trafitta da Hofmann che scappa sul filo del fuorigioco e la mette sotto le gambe di Handanovic. I padroni di casa non ci stanno ed al 90′ Darmian sfiora il pareggio ma il suo colpo di testa è deviato in angolo. Sul corner seguente, bastoni la spizza di testa e Lukaku trova la rete del definitivo 2-2 da pochi passi. Al 97′ Kolarov ci prova su punizione ma palla sull’esterno della rete.