Champions League, Gattuso presenta Barcellona-Napoli: “Dobbiamo scalare l’Everest”

Gattuso
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Non usa giri di parole Gennaro Gattuso nella conferenza stampa a 24 ore dall’atteso match tra il suo Napoli e il Barcellona. Per “ringhio” la sfida del Camp Nou, valida per il ritorno degli ottavi di Champions League, è “come scalare l’Everest”. Il tecnico azzurro, dopo l’1-1 dell’andata, chiede ai suoi di giocare con tranquillità e con la giusta dose di cattiveria.

“Queste sono partite importanti per i giovani che abbiamo in rosa. – ha detto Gattuso – domani non si deve avere paura, dobbiamo giocarcela. Quando si giocano queste partite si deve pensare alla propria infanzia. I mie ragazzi devono ricordarsi da dove sono partiti. So che tipo di calcio voglio proporre e giocare. Da giocatore ho fatto cose importanti con caratteristiche diverse dall’idea di calcio che voglio esprimere oggi. Nella gara di andata li abbiamo colpiti sul palleggio. Dobbiamo essere bravi ad uscire dalla loro aggressione e giocare la gara ragionando bene nelle due fasi”.

Gattuso ha poi commentato il fattore campo alla luce dell’assenza dei tifosi, non nascondendo l’emozione di vedersi davanti il quotato Barcellona. “Il pubblico è il calcio. Venire qui in uno stadio vuoto come il Camp Nou può essere un piccolo vantaggio. Quando ti abitui a vincere, vuoi vincere di continuo. Domani dobbiamo scalare l’Everest. Il Barcellona è composta da grandissimi giocatori giovani, vederli giocare è uno spettacolo”.