Lo sport e il calcio stanno con Floyd: no a violenza e razzismo

Liverpool - official twitter
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

I can’t breathe. Il grido di dolore e di no al razzismo si alza anche dal mondo dello sport e, nello specifico, dal calcio.
Tanti e trasversali i messaggi di solidarietà dopo la drammatica uccisione di George Floyd, per cui tutti stanno chiedendo giustizia.
Commovente il gesto del Liverpool con un cerchio composto simbolicamente dai calciatori dei reds inginocchiati che poi è stato condiviso da tutti sui social.

I calciatori del Chelsea hanno riprodotto l’H di “Humans”. Dybala, Bernardeschi, Chiellini e tanti altri calciatori hanno aderito al movimento di riflessione contro razzismo e violenza che, comunque, ha avuto le attenzioni da parte di tanti club e di tanti campioni (da Messi, passando per LeBron James, Stephen Curry, Draymond Green, Scottie Pippen, questi ultimi con il #BlackoutTuesday, con foto completamente nere postate sui social).

Le drammatiche immagini, che hanno fatto il giro del mondo, dell’uccisione di Floyd hanno scosso tutti, davvero tutti. La vita e il rispetto per gli uomini sono il caposaldo dell’umanità.